I pesci, sono animali vertebrati a sangue freddo, che vivono in acque dolci o salate.

Differiscono dagli anfibi che possono vivere sia in acqua che a terra. Come quasi tutti gli animali, sono stati classificati in gran parte da Linneo.

Caratteristiche

Nonostante la vita acquatica, anche i Pesci respirano ossigeno grazie alle loro branchie.

Il corpo è rivestito da scaglie e sono dotati di pinne per muoversi nell’acqua.

Le specie di Pesci viventi sono più di 30 000. Si distinguono principalmente in pesci ossei e pesci cartilaginei (come razze e squali). Questi ultimi, non hanno uno scheletro osseo (la cosiddetta lisca).

Riproduzione

La maggior parte dei pesci presenta sessi separati (maschi e femmine), ma esistono anche specie ermafrodite.

La riproduzione avviene perlopiù mediante uova che vengono depositate dalla femmina. Alcune specie  le abbandonano, mentre altre le nascondono per proteggerle dai predatori.

Alcuni pesci si riproducono in età avanzata, mentre altri sono in grado di accoppiarsi già dopo il primo anno di età.

I periodi riproduttivi variano in base alle aree geografiche in cui questi animali vivono.

Tipologie di Pesci

Vengono considerati pesci  tutti i vertebrati acquatici non anfibi. Restano quindi esclusi animali come le piovre o le seppie che sono molluschi e quindi invertebrati.

Agnati: sono pesci privi di mascelle;

Gnatostomi e Condroitti (pesci cartilaginei, come squali e razze)

Attinopterigi e Sarcopterigi (pesci ossei)

Attraverso i seguenti link troverete tutti gli articoli che ho pubblicato sui Pesci.

I pesci che sanno contare fino a quattro (Gambusia)

I pesci più simili all’uomo soffrono d’insonnia: i pesci zebra

Il pesce che canta: il ghiozzo di fiume

Il pesce che elimina le zanzare

Il pesce che vive sui rami degli alberi

Il pesce dalla testa trasparente

Il pesce fossile che vede il mondo a colori

Il pesce pagliaccio

Il pesce più veloce del mondo

Pesce del paradiso

Pesce o anfibio? Il pesce che prende il sole..

Pesce trombetta

Quanto vive il pesce rosso?

Un pesce gigante: il siluro